La banda dei 6 m
e la banda dei 4 m

Queste due gamme di frequenza, attualmente rilasciate per l'uso da parte dei radioamatori grazie a speciali regolamenti temporanei, si trovano tra la gamma delle onde corte fino a 30 MHz o la banda dei 10 m e la gamma VHF.

Non solo le bande dei 6 m e dei 4 m hanno uno status legale speciale, ma anche le condizioni di propagazione differiscono da quelle delle altre gamme di frequenza. Queste caratteristiche speciali saranno descritte brevemente in questa sede. Naturalmente, non verranno trascurate le informazioni sull'attrezzatura adatta!

Articoli 1-10 di 30

Filtro
  1. Antenna Moxon Dualband 10m/6m
    Antenna Moxon Dualband 10m/6m

    Antenna Dualband Moxon (2 + 3 elementi) per 10m e 6m, ideale per Sporadic-E o DX.

    In magazzino, spedizione in 1 o 2 giorni

    311,50 €
    incl. IVA, più spese di spedizione 261,76 €
    SKU 17824.2850
  2. InnovAntennas 6 El. 50 MHz LFA-3 Yagi
    InnovAntennas 6 El. 50 MHz LFA-3 Yagi

    Yagi con dipolo a forma di anello e buona direttività con boom "corto"

    In magazzino, spedizione in 1 o 2 giorni

    Visualizza gli accessori
    409,00 €
    incl. IVA, più spese di spedizione 343,70 €
    SKU 18485.0047
  3. Yagi 6m / 3 x 2 El. X 45°, 2x coax (PA50-XPOL-6-2RA)
    Yagi 6m / 3 x 2 El. X 45°, 2x coax (PA50-XPOL-6-2RA)

    YU1CF Yagi for the 6m band, 3 x 2 elements X 45°, two separate feed cables, rear mount (in front of mast) (PA50-XPOL-6-2RA)

    Verrà ordinato solo su richiesta, tempi di consegna c. 30 giorni

    292,00 €
    incl. IVA, più spese di spedizione 245,38 €
    SKU 18460.0175
  4.  EAntenna Dualband OWA Yagis per 6m e 4 m
    EAntenna Dualband OWA Yagis per 6m e 4 m

    5070-OWA Dualband Yagi 50/70 MHz, dipolo allungato, 8 - 11 elementi

    Prodotto configurabile

    Disponibile da: 285,50 €
    incl. IVA, più spese di spedizione 239,92 €
  5. Antennas Amplifiers PA5070 Dualband Yagis per 6m e 4m
    Antennas Amplifiers PA5070 Dualband Yagis per 6m e 4m

    Antenne direzionali combinate per 50 e 70 MHz da YU1CF, da 3+4 a 7+8 elementi

    Prodotto configurabile

    Disponibile da: 267,00 €
    incl. IVA, più spese di spedizione 224,37 €

Articoli 1-10 di 30

Filtro

FAQ

Quali antenne sono adatte alla banda 6m/4m?
Le antenne Yagi o omnidirezionali sono particolarmente adatte alla banda 6m/4m. Queste antenne sono sintonizzate sulla frequenza corrispondente e offrono buone prestazioni di ricezione e trasmissione.
Quanto deve essere grande l'antenna per la banda 6m/4m?
Le dimensioni dell'antenna dipendono dal design scelto. Un'antenna Yagi ha diversi elementi montati su un supporto, il che la rende più grande di un'antenna omnidirezionale. In generale, tuttavia, più grande è l'antenna, migliori sono le prestazioni di ricezione e trasmissione.
Quanti watt deve avere il sistema d'antenna per la banda 6m/4m?
La potenza necessaria del sistema d'antenna dipende da vari fattori, come la distanza dal ricevitore o il comportamento di trasmissione desiderato. In generale, tuttavia, per la banda 6m/4m sono sufficienti sistemi di antenna con una potenza compresa tra 50 e 100 watt.

Propagazione: onda di terra, ionosfera e strato E sporadico

Se vi capita "per caso" di girare su frequenze comprese tra 50 MHz e 52 MHz, spesso non sentirete alcun segnale. Questo è ancora di piu` per la banda dei 4 metri. La ragione fisica risiede nella miscela di caratteristiche delle onde corte e delle tipiche VHF. Per superare distanze superiori alla portata dell'onda di terra, che è soggetta alle condizioni di propagazione quasi ottica, sono necessarie condizioni di propagazione speciali.

La buona notizia: se esistono le condizioni adatte, è possibile colmare distanze molte volte superiori alla portata normale con una bassa potenza. Per questo motivo, la banda dei 6 metri è chiamata "la banda magica". Lo stesso vale per la banda dei 4 metri, anche se i requisiti per le condizioni di propagazione sono ancora più elevati a causa della frequenza più alta. Il fattore decisivo è la riflettività della ionosfera. La misura di tutto è la frequenza massima utilizzabile (MUF). Questo valore, che dipende dall'attività geomagnetica solare, deve essere almeno pari alla gamma di frequenze da utilizzare. Le riflessioni sono possibili attraverso la ionosfera, sia attraverso lo strato E che lo strato F, ma in questo caso quasi esclusivamente durante il massimo delle macchie solari. Il prossimo è previsto per il 2025, quindi queste sono attualmente le condizioni migliori per utilizzare le bande!

Radiazione di un'onda di terra vicino alla superficie e di un'onda spaziale riflessa nella ionosfera Radiazione di un'onda di terra vicino alla superficie e di un'onda spaziale riflessa nella ionosfera

Le distanze che possono essere colmate dipendono dallo strato della ionosfera in cui avvengono le riflessioni. Più alto è lo strato riflettente, maggiore è la portata teoricamente possibile del segnale radio. Tuttavia, la ricevibilità di un certo segnale in tutta l'area è un'eccezione: sono tipiche le forti variazioni spaziali dell'intensità del segnale. La ricezione in "qualità di trasmettitore locale" può rivelarsi non riproducibile nel villaggio vicino. I collegamenti attraverso lo strato E sporadico si verificano nell'emisfero settentrionale preferibilmente durante il giorno nei mesi da maggio a luglio. L'elevata ionizzazione della ionosfera all'altezza dello strato E provoca la riflessione di onde che altrimenti non verrebbero riflesse o che verrebbero riflesse da uno strato ionosferico più alto. Normalmente si verificano collegamenti con distanze di salto fino a 1500 km. Il sovrascorrimento troposferico è causato da condizioni meteorologiche di inversione: l'aria fredda al di sotto e l'aria calda al di sopra creano "guide d'onda" che, nel caso di un'inversione al suolo, portano a distanze di sovrascorrimento di 300-400 km. Se l'inversione è presente negli strati più alti, si possono superare distanze fino a circa 1000 km. Queste condizioni sono spesso relativamente stabili per ore.

Radiazione di un'onda di terra vicino alla superficie e di un'onda spaziale riflessa nella ionosfera Radiazione di un'onda di terra vicino alla superficie e di un'onda spaziale riflessa nella ionosfera

Strati ionosferici a seconda dell'ora del giorno: di notte, lo strato E e lo strato F sono efficaci. Durante il giorno, lo strato D si forma a causa dell'influenza del sole; gli strati E e F sono più pronunciati. Durante il giorno si formano spesso due strati F: Lo strato F1 inferiore va da 150 a 220 km di altitudine. Al di sopra dello strato F1, lo strato F2 si estende tra i 220 e gli 800 km di altitudine.

Schema di radiazione di un evento E sporadico. Le emissioni a onde corte al di sopra della normale MUF dello strato E (in rosso) passano attraverso lo strato E. Durante un evento E sporadico, tuttavia, i segnali (blu) sono completamente o parzialmente rifratti nello strato E, il che comporta una riduzione della distanza di propagazione, ma anche un miglioramento della ricezione nella zona di primo passaggio (zona morta). Schema di radiazione di un evento E sporadico. Le emissioni a onde corte al di sopra della normale MUF dello strato E (in rosso) passano attraverso lo strato E. Durante un evento E sporadico, tuttavia, i segnali (blu) sono completamente o parzialmente rifratti nello strato E, il che comporta una riduzione della distanza di propagazione, ma anche un miglioramento della ricezione nella zona di primo passaggio (zona morta).
Rappresentazione dei messaggi di ricezione dei radioamatori europei nel febbraio 2023 nella banda dei 6 m Rappresentazione dei messaggi di ricezione dei radioamatori europei nel febbraio 2023 nella banda dei 6 m

La propagazione attraverso lo strato F2 è la disciplina suprema; attraverso di essa sono possibili collegamenti transcontinentali. La propagazione si basa su collegamenti diurni, anche se in casi eccezionali sono stati raggiunti collegamenti a lunga distanza ore dopo il tramonto locale. Spesso questi collegamenti radio sono limitati a determinate direzioni, che possono anche cambiare nel tempo. Nulla è prevedibile, ma l'osservazione persistente delle bande è, in presenza di una MUF superiore a 50 MHz o 70 MHz, una procedura sensata. La frequenza di apertura delle bande nella fascia dei 4 m è inferiore rispetto a quella dei 6 m, il che aumenta la sfida. Una panoramica pratica per entrambe le bande è fornita dalle mappe mondiali di DX Maps, che mostrano graficamente i messaggi di ricezione attuali in tempo reale. Sia la sezione che la gamma di frequenze possono essere preselezionate:

dxmaps.com
wave-02 wave-02

Tecnologia operativa: vita utile, scambio di informazioni e frequenze per FT8

Poiché l'attrattiva di queste bande risiede piuttosto nell'utilizzo di condizioni di propagazione insolite, la cui durata non può mai essere determinata con esattezza, non ci sono lunghe "chiacchierate" o giri di diversi radioamatori, né in SSB né in CW. Piuttosto, è consuetudine limitare lo scambio di informazioni a quanto necessario per consentire un gran numero di collegamenti. Nella banda dei 6 m, si possono utilizzare Beacon che trasmettono il loro identificatore CW nell'intervallo tra 50 MHz e 50,5 MHz, offrendo così un aiuto nella valutazione delle condizioni di propagazione.

Il popolare modo di trasmissione FT8 è nella banda dei 6 m sulla frequenza standard di 50,313 MHz. La frequenza DX 50,323 MHz dovrebbe essere riservata ai collegamenti intercontinentali. Gli europei trasmettono su quest'ultima frequenza a secondi pari, cioè :00 e :30.

Nella banda dei 4 m non esiste una frequenza DX separata per l'FT8; in questo caso si deve utilizzare la frequenza 70,154 MHz.

Apparecchiature: ricetrasmettitori, antenne e tipi di trasmissione

wimo-transceiver.jpg}} wimo-transceiver.jpg}}
transceiver

Gli attuali ricetrasmettitori per radioamatori che vengono forniti con ricezione esclusiva nelle bande 4 m e 6 m - Icom IC-7300 o Yaesu FT-710, ad esempio - possono spesso essere modificati per trasmettere in queste bande. Contattateci!

Altri dispositivi della stazione
Antenne

Quando si sceglie un'antenna, tenere presente che in Germania solo le antenne con polarizzazione orizzontale soddisfano i requisiti di legge. Osservare i requisiti di legge del proprio Paese. Offriamo un'ampia gamma per entrambe le bande di frequenza:

Banda 4 m

Antenne al WiMo

Banda da 6 m

Antenne al WiMo

Wimo Rotors Wimo Rotors
Rotori

Le antenne direzionali offrono il massimo guadagno nella direzione di irradiazione, ma un rotore è essenziale per sfruttare al meglio le rispettive condizioni di propagazione.

Rotori nel WiMo Shop
Poutre ronde

Se la banda è aperta, con le antenne omnidirezionali è possibile realizzare interessanti collegamenti a lunga distanza. Offriamo antenne polarizzate orizzontalmente con caratteristiche omnidirezionali che soddisfano i requisiti di legge. I vantaggi di queste antenne: Le ricezioni da tutte le direzioni sono ugualmente coperte. Un'altra opzione è l'antenna a loop Delta 11 per 20 m a 6 m. Essendo un'antenna bidirezionale, copre due direzioni contemporaneamente. Si consiglia un rotore.

Antena VGR
Antenna VGR
Grande Ruota
Grande Ruota
Antenne Delta 11
Antenne Delta 11

Modalità di trasmissione utilizzate: Modi di segnale debole, CW e Meteor Scatter

La maggior parte dei collegamenti avviene oggi nelle cosiddette modalità a segnale debole. Si tratta di metodi di trasmissione digitale progettati per l'uso in condizioni difficili e che consentono la decodifica al di sotto del rumore di fondo.

Per i collegamenti instabili che durano solo pochi secondi, il modo di trasmissione preferito è il CW. In questo caso sono possibili QSO la cui durata è notevolmente inferiore a quella di un collegamento in modo FT8.

In linea di principio, la dispersione meteorica è possibile e anche le riflessioni durano sufficientemente a lungo, ma in pratica la maggior parte delle operazioni si svolge sulla banda dei 2 metri. Vengono effettuati collegamenti Terra-Luna-Terra (EME), ma si tratta di eccezioni a causa dell'impegno dell'antenna: Le dimensioni delle antenne nella banda dei 6 m sono tre volte superiori a quelle delle antenne da 2 m.

Wave 02 Wave 02

Piani di banda

Regolamenti legali in Germania

Avviso: Il seguente paragrafo si riferisce alla situazione legale in Germania. In altri Paesi vigono sicuramente norme e leggi diverse. Vi chiediamo di informarvi per tempo sulle norme locali prima di installare un impianto d'antenna. Grazie.

A partire dal 6.5.2020, i titolari di una licenza di partecipazione al servizio di radioamatore delle classi A ed E possono utilizzare la banda dei 6 m alle seguenti condizioni:

  • - 50,000 ... 50,400 MHz con 750 W di potenza di trasmissione PEP per la classe A e 100 W per la classe E.
  • - 50.400 ... 52.000 MHz con 25 W di potenza di trasmissione PEP per le Classi A ed E
  • - in ogni caso in tutti i modi di trasmissione con larghezza di banda massima ≤ 12 kHz
  • - in ogni caso con polarizzazione orizzontale dell'antenna

Inoltre, è espressamente consentito il funzionamento in contest, ma l'uso è ancora limitato alle stazioni radioamatoriali fisse. L'obbligo di presentare un rapporto operativo per l'uso della gamma di frequenze dei 50 MHz e la disponibilità telefonica della stazione radioamatoriale in qualsiasi momento durante l'operazione di trasmissione sono esonerati fino a nuovo avviso.

Rimane l'obbligo di tenere un giornale di bordo che riporti la data, l'ora, la frequenza, il tipo di modulazione, la potenza di trasmissione e, se del caso, l'indicativo di chiamata della stazione remota.

Gli altri servizi radio e i sistemi di telecomunicazione, comprese le trasmissioni radio via cavo, non devono essere disturbati. In caso di interferenza, il radioamatore deve interrompere immediatamente la trasmissione interferente. Le interferenze provenienti da altri servizi radio e apparecchiature di telecomunicazione devono essere accettate.

Per il funzionamento radio sulla banda dei 4 metri, nella gamma di frequenze 70.150 - 70.210 MHz, si applica quanto segue:

  • 25 W di potenza di trasmissione ERP.
  • L'uso è limitato alle stazioni radioamatoriali fisse e può essere effettuato solo dai titolari di una licenza di partecipazione al servizio radioamatoriale di Classe A.
  • in ogni caso in tutti i modi di trasmissione con larghezza di banda massima ≤ 12 kHz
  • in ogni caso con polarizzazione orizzontale dell'antenna

Queste norme di tolleranza sono valide per un anno dal 2020. Le gazzette ufficiali dell'Agenzia federale delle reti, pubblicate con cadenza quindicinale, forniscono informazioni sui regolamenti:

Disposizioni legali in altri Paesi

Le normative dei Paesi dell'Europa occidentale relative alle gamme di frequenza rilasciate per i radioamatori e al loro utilizzo possono differire nonostante le disposizioni armonizzate. Anche a causa dei limiti temporali, si raccomanda di ottenere informazioni dai siti web delle rispettive autorità per le telecomunicazioni e delle associazioni di radioamatori.

Al momento della presente compilazione, sono disponibili le seguenti informazioni:

Regolamenti per l'Austria

La potenza di trasmissione massima consentita in Austria è di 100 W; è consentito anche il funzionamento mobile. La restrizione sul modo operativo è stata abolita e sono stati autorizzati anche i trasmettitori non presidiati (ripetitori, beacon e digipeater). In questo caso si applica una potenza massima irradiata di 10 watt ERP. I radioamatori hanno uno status secondario: in caso di interferenza, il radioamatore deve interrompere immediatamente la trasmissione interferente. Le interferenze provenienti da altri servizi radio e da apparecchiature di telecomunicazione devono essere accettate.

Regolamenti per la Svizzera

Piano nazionale di assegnazione delle frequenze per la Svizzera

flags flags